tag heuer

I diamanti di Tag Heuer brillano, attirano, incantano e danno persino tempo. Giusto. Anche se lo chiamiamo gioiello o orologio, Diamond Fiction è un primo orologio copia che utilizza diamanti per visualizzare il tempo.

Il famoso orologiaio svizzero ha presentato questo splendido orologio da replica da donna nel 2005, al polso del suo ambasciatore glamour, la star di Hollywood Uma Thurman. Quello era uno dei soli tre pezzi che Tag ha mai prodotto e sebbene nessuno di questi sia attualmente disponibile, la replica Diamond Fiction è stimata a 135.000 dollari.

Ancora una volta, Tag Heuer ha riunito la tecnologia di fascia alta e il design all’avanguardia, al fine di ottenere repliche orologi sorprendenti per le donne della moda. Ovviamente, questi eccezionali modelli di gioielli sono incentrati sullo stile e sul lusso. Ogni Diamond Fiction replica è incastonato con 879 Top Wesselton (5,8 carati) VS / SI (1,1 mm), taglio pieno, diamanti.

Oltre al fatto che sono oggetti di attrazione, queste cose luccicanti servono anche a mostrare il tempo. Grazie all’innovativa tecnologia, 54 diamanti appositamente tagliati concentrano la luce di 54 LED (diodi emettitori di luce) che mostrano il tempo in rosso brillante. La brillantezza bianca del quadrante è completamente ricoperta di diamanti, contrasta perfettamente con il cinturino in raso rosso dall’aspetto caldo.

Gli orologi replica svizzeri Tag Heuer Diamond Fiction possiedono un look seducente unico e un concetto futuristico che spinge i confini dell’alta orologeria e fa davvero la differenza nella vita di tre donne fortunate.

tag heuer

Orologi e macchine vanno insieme come burro di arachidi e gelatina, vino e formaggio, o Ren e Stimpy. Non che siano intrinsecamente collegati, o che ne avresti bisogno per far funzionare l’altro. Ma lavorano insieme magnificamente – cronografi accurati aiutano a segnare quei tempi sul giro, giusto? Mentre le corse sono diventate elettroniche per i tempi, c’è qualcosa da dire sulla natura meccanica di un orologio replica abbinato alla natura meccanica grezza di un’auto. A tal fine, c’è un nuovo orologio finto che si può ottenere solo se si acquista un’auto: l’Aston Martin DBS Superleggera TAG Heuer Edition.

Bene, in realtà, questa è l’auto che stai acquistando (a £ 295.000). Con esso, si ottiene, insieme ai tappetini e undercoating, una replica TAG Heuer DBS Edition Carrera Heuer 02. Non sono un esperto di macchine, ma questo è un bel macchinario. In realtà ho visto un’altra Aston Martin solo ieri, in realtà, al centro commerciale, e questa è una macchina con lamiera che fa sembrare che stia andando veloce, anche quando è ferma. Per tutto ciò, l’apertura della griglia richiama alla mente (o almeno alla mia mente) quella di un pesce che apre la bocca per ingoiare un insetto. Forse non è un’associazione affascinante, ma funziona ancora, giusto? Voglio dire, la griglia che si apre sta mandando giù l’aria per il motore. Ora, se fosse un freno di tiro, potremmo avere le canne da pesca appese nella parte posteriore …

Io divago. A parte le stranezze di Grille, l’Aston Martin DBS Superleggera TAG Heuer Edition è un bel pezzo di metallo, e solo 50 saranno realizzati. Se ne vedi uno per strada, puoi star certo che il pilota disporrà di una TAG Heuer DBS Edition Carrera Heuer 02 (anche limitata a 50 pezzi, in quanto l’orologio replica di lusso viene fornito con l’auto). Per legare le cose alla macchina, l’aspetto a nido d’ape della griglia è replicato nel quadrante con un reticolo openwork. Questo, insieme al logo Aston Martin alle 6 e le parole “Aston Martin” sulla scala del tachimetro sono i segnali principali in primo piano. Sul retro hai più verbosità che cementano le cose.

Dalle foto (nessuna scheda tecnica è stata fornita qui, sfortunatamente), sembra che la replica TAG Heuer DBS Carrera Heuer 02 sia dotata di una custodia in carbonio forgiata, che dovrebbe mantenere le cose belle e leggere (è necessario ridurre il peso dell’auto per la velocità, sai). Per Heuer, l’associazione agli sport motoristici non è difficile da realizzare, e mi piace il modo in cui il marchio ha cercato di raccogliere spunti dalla macchina (la griglia e la colorazione sull’orologio della replica) piuttosto che semplicemente schiaffeggiare un logo di Aston Martin su un altro pezzo e chiamandolo un giorno. È anche interessante vedere il logo TAG Heuer spuntare in macchina (qualcosa che normalmente non vediamo al di fuori delle auto da corsa sponsorizzate). È una collaborazione interessante che ha avuto un buon inizio. Staremo a guardare dalle terrazze per vedere come progrediscono le cose una volta che ci sono ancora un paio di giri sotto la cintura condivisa.

tag heuer

E ci stavamo chiedendo perché ci è voluto tanto. Garantito per il sex-up di un orologio replica, il carbonio è diventato un materiale di riferimento per le marche che cercano di aggiungere un robusto atletismo e un pizzico di testosterone al loro assortimento sportivo. In effetti, TAG Heuer è a sua volta al corrente di questo, avendo anche recentemente dotato la collezione Aquaracer di una nota in fibra di carbonio.

Ora, la stessa magia materiale è stata profusa nella leggendaria collezione Carrera, che i fan potrebbero dire è probabilmente la più iconica nella line-up di TAG Heuer. Ci sono tre opzioni, tra cui il Carrera Carbon Tourbillon Phantom, alimentato dal movimento Calibre Heuer 02T certificato COSC. Ma qui, ci stiamo concentrando sulla replica dei due cronografi – uno con oro rosso e un altro con accenti blu, limitati a 350 e 750 pezzi, rispettivamente.

Entrambi gli orologi replica italia dominano, dominano il polso con il loro peso e la loro presenza. Le custodie da 43 mm sono dotate di castoni in carbonio incisi con scala tachimetrica – il nucleo di questo aggiornamento – e incorniciano quadranti a cielo aperto eseguiti in uno stile simile al TAG Heuer Carrera Heuer-01 Chronograph replica.

La versione in oro rosa è indubbiamente più accattivante e regale con le anse, i sub-quadranti, le lancette e gli indici nel suddetto materiale. Detto questo, la versione “blu” (chiamata così per la tonalità della mano sul quadrante centrale contato e 60 secondi), non è più leggera. Se mai, l’atteggiamento oscuro di quest’ultimo trasuda mistero e potere.

All’interno, il cronografo replica TAG Heuer Carrera Carbon gira sul calibro Heuer 02, un movimento cronografo automatico a ruote con colonna con 80 ore di riserva di carica. Una piccola curiosità sul movimento: il calibro Heuer 02 si basa su un movimento Heuer vintage del 1969, chiamato CH80. Presentato solo di recente, è lo stesso movimento che alimenta il cronografo Autavia recentemente ringiovanito.

La storia e l’evoluzione di Carrera sono strettamente intrecciate con TAG Heuer’s – la sua concezione del 1963 è dovuta a nientemeno che a Jack Heuer, il pronipote del fondatore che progettò il primo modello. Da allora, Carrera ha manifestato in ogni sorta di riferimenti da cronografi value-for-money, a smartwatch e tourbillon di fascia alta. Oggi Carrera Carbon aggiunge un altro strato al ricco arazzo della collezione.